Carta prepagata Tinaba con Banca Profilo

Ultimo aggiornamento: 06-11-2020 La nostra valutazione: StarStarStarStarStar 4.4 / 5

Tinaba è l’acronimo di “This Is Not A Bank”, un motto che descrive alla perfezione la visione di questa società che offre molto più di un conto corrente. Tinaba è un’app per smartphone dalla quale si può gestire il proprio conto e che offre molteplici funzionalità e una carta prepagata gratuita.

Emittente: BancaProfilo
Tipo: Carta Prepagata
Circuito: MasterCard
Costi di attivazione: ZERO
Canone annuale: GRATIS
Prelievi: GRATIS (25 all'anno)
Limite di spesa: 1000 € / Operazione
Limite di prelievo: 250 € / Giorno
IBAN: Si
Contactless: Si
Apple Pay / Google Pay: Si

TINABA è la carta conto con IBAN offerta da BancaProfilo. Per iniziare, visita il sito ufficiale www.tinaba.bancaprofilo.it e clicca su Registrati.

Vantaggi di questa carta:  

  • È GRATIS (ZERO costi di gestione)
  • La ricevi gratuitamente a casa dopo la registrazione a Tinaba
  • Carta contactless associata a conto con IBAN
  • Ricarica e controllo dei movimenti direttamente da App
  • Ricarica immediata senza commissioni

 

Tinaba

Foto: Tinaba

Tinaba nasce nel 2015 come startup integrata ad una banca; il suo nome non è altro che l’acronimo di “This Is Not a Bank”, ossia “Questa non è una banca”, ed è un’applicazione totalmente gratuita che consente all’utente di gestire il proprio wallet e quindi di effettuare pagamenti, ricevere ed inviare denaro, possedere una carta prepagata ma offre anche funzionalità che vanno oltre le classiche bancarie. Grazie alla partnership con Banca Profilo (una delle banche con il più alto indice di solidità patrimoniale in Europa), Tinaba riesce ad offrire un conto corrente esente da spese e la carta può essere abbinata eventualmente anche a Google Pay, Samsung Pay ed Apple Pay. 

Un fattore molto interessante è dato dal fatto che il servizio Tinaba, così come la carta prepagata che viene spedita direttamente all’indirizzo indicato in fase di registrazione dopo qualche giorno dall’attivazione del profilo, è totalmente gratuito: l’utente non dovrà infatti preoccuparsi di alcun tipo di spesa o di canone annuale, come accade invece per la maggior parte dei conti corrente. 

Sicuramente un vantaggio da non sottovalutare, per esempio per quei clienti un po’ più giovani come gli studenti o i lavoratori al primo impiego, che ancora non hanno delle entrate fisse e costanti nel tempo. Ovviamente questo tipo di discorso può essere anche rivolto a persone più adulte, che magari si trovano in una situazione totalmente diversa, ma che in qualche modo hanno deciso di non voler più dover affrontare delle spese che loro ritengono essere eccessive oppure anche semplicemente evitabili.

Come funziona Tinaba

È possibile iniziare ad utilizzare Tinaba semplicemente registrandosi dal sito (sito ufficiale) o scaricando l’applicazione (disponibile per Android e iOS) e creando un account inserendo alcune informazioni personali e le foto di un documento di identità e codice fiscale. Dopo pochi giorni, l’account sarà ufficialmente attivo e si potranno utilizzare tutte le funzionalità dell’app: inviare denaro tramite bonifico bancario SEPA, fare acquisti online o  nei negozi fisici, gestire il proprio salvadanaio (che è possibile creare se, ad esempio, si vuole creare un fondo di emergenza o se si desidera mettere soldi da parte per un acquisto in particolare o per l’avvio di un progetto), visualizzare i movimenti dell’account e il relativo estratto conto, ricaricare il conto, investire, avviare raccolte fondi e addirittura creare un gruppo di amici per gestire con loro un wallet condiviso. 

Quest’ultimo aspetto può tornare particolarmente utile se, ad esempio, si sta programmando una vacanza tutti insieme: in questo modo, tutto il gruppo potrà contribuire alle spese senza problemi di calcoli e di resti. Oltre a questo, è importante parlare anche dei costi di gestione del denaro per la ricarica del conto, che sono pari a 0. E siamo piuttosto certi che sentita la cifra, molte persone avranno di certo parecchio interesse a registrarsi e ad approfittare di quelli che sono gli splendidi vantaggi che Tinaba è in grado di offrire a tutti coloro i quali decideranno di accedere a questo innovativo modo di fare banca.

Caratteristiche principali dell’account e dell’applicazione Tinaba

Come abbiamo già accennato, il proprio conto si gestisce interamente da App, Tinaba è stata pensata per essere immediata e facile da utilizzare in qualsiasi momento e  ovunque ti trovi.

Dopo aver effettuato l’accesso all’applicazione,  nella schermata iniziale si troveranno le voci:“Ricarica conto” e “Trasferisci soldi sulla carta”. La prima opzione consente, ovviamente, di ricaricare il conto, ed è possibile farlo in due modi: tramite carta di credito, di debito o prepagata, per un massimo di tre ricariche giornaliere, oppure effettuando un bonifico SEPA da un altro conto bancario al codice IBAN che si trova subito sotto.

Se, invece, si seleziona “Trasferisci i soldi sulla carta”, il cliente potrà spostare il denaro che si trova sul proprio conto Tinaba sulla carta che gli è stata spedita: in questo modo, gli sarà possibile anche effettuare acquisti nei negozi fisici non convenzionati.

La forza di Tinaba è la socialità, per accentuare questo aspetto se si porta un amico in Tinaba è possibile ricevere un bonus di 10€  spendibile sul circuito Tinaba. È inoltre possibile creare casse comuni e conti condivisi con  amici o parenti. Per quanto riguarda il bonus, si tratta di una sorta di ricarica che viene accreditata quando il proprio amico effettua una ricarica di almeno 5 euro sul proprio wallet; in ogni caso, è possibile ottenere bonus per un valore massimo di 500 euro complessivi. Non bisogna comunque ignorare che il bonus ha una scadenza, pertanto bisogna utilizzarlo entro la data riportata nella notifica di accredito.

Tinaba app
Tinaba app

L’altro punto di forza di cui abbiamo già parlato nella sezione precedente è appunto la possibilità di creare una cassa comune o un conto condiviso con altre persone. Bisogna però fare una doverosa premessa: non si sta cointestando il proprio conto ad altri, ma semplicemente si sta creando un wallet dove tutti i partecipanti possono contribuire. Per farlo basta accedere alla App, cliccare su “Condivisioni”, “nuova condivisione” e scegliere quella che si preferisce. A quel punto, è possibile inserire un nome e una foto e tutto ciò che rimane da fare è aggiungere le persone interessate che riceveranno l’invito immediatamente. La differenza tra il conto condiviso e la cassa comune è molto semplice: tutti i partecipanti possono contribuire versando una somma di denaro ma, mentre con il conto condiviso tutti avranno la possibilità di spendere il denaro (es.conto per la famiglia) , nella cassa comune solo l’amministratore potrà spendere l’importo versato (es. regalo di gruppo in cui una persona è incaricata all’acquisto).

Costi della carta prepagata Tinaba

Spesso i costi di una carta prepagata possono essere la ragione per cui si decide di cambiare strumento per la gestione delle finanze o di cambiare carta. Ma con carta prepagata Tinaba non si avranno questi problemi. Infatti, Tinaba non prevede alcun costo di gestione, non esiste un canone annuo, la spedizione della carta è completamente gratuita e non dovrai neanche pagare commissioni sulle operazioni che effettuerai.

Non ci saranno costi per nessuna delle seguenti azioni:

E anche nel caso di eventuali costi nascosti non c’è da preoccuparsi, la carta prepagata Tinaba non prevede alcun costo di recesso per interrompere l’utilizzo della carta senza alcun preavviso.

Tinaba è sicuro?

Tinaba è un servizio totalmente sicuro e trasparente: la carta associata a Tinaba fa infatti parte del circuito MasterCard, famoso in tutto il mondo per la sicurezza delle transazioni che avvengono al suo interno. Oltretutto, il servizio viene interamente gestito da BancaProfilo, un’azienda quotata in borsa e con gli indici di solidità patrimoniale tra i più alti in Italia e in Europa, che è riuscita a conferire a Tinaba un’altissima sicurezza anche sul piano tecnologico.

Per quanto riguarda l’interfaccia direttamente collegata al cliente, Tinaba dispone di un’altissima sicurezza in quanto l’accesso all’app viene gestito tramite codice di accesso. E’ possibile anche impostare l’impronta digitale per accedere facilmente all’app (se lo smartphone del cliente possiede tale funzionalità); oltretutto, ogni operazione deve essere prima autorizzata tramite un secondo codice (pin dispositivo). Si tratta di un processo che potrebbe apparire un po’ macchinoso, ma che dimostra quanto Tinaba e Banca Profilo siano attenti alla sicurezza dei propri clienti.

E cosa succede se qualcun altro riesce ad entrare nel profilo dell’utente? Tinaba ha pensato anche a questa evenienza, perché all’utente basterà cambiare codice d’accesso dall’applicazione; inoltre, l’intruso non può effettuare movimenti per una somma superiore a 25 euro senza inserire il pin dispositivo. In ogni caso, se ci si accorge che qualcuno è riuscito ad entrare nel proprio dispositivo, Tinaba consiglia di contattare il servizio clienti per risolvere la questione nel migliore dei modi.

Come aprire un conto Tinaba?

Aprire un conto Tinaba è semplicissimo.. basta accedere al sito web di Tinaba, https://www.tinaba.bancaprofilo.it/it oppure scaricare l’App dagli store Google Play o Apple Store. Successivamente, si fa clic sul tasto dedicato alla registrazione e, a quel punto, bisogna iniziare rispondere a tutte le informazioni richieste, prestando occasionalmente il consenso alle varie politiche e informative. Tinaba richiederà non solo informazioni basiche come nome, cognome, numero di cellulare, indirizzo e nazionalità, ma richiederà anche cosa si pensa di fare con il denaro che andrà ad essere depositato sulla carta. Però, non bisogna spaventarsi davanti alla richiesta di queste informazioni: Tinaba lo fa proprio per salvaguardare ulteriormente il cliente e, allo stesso tempo, anche prevenire il riciclaggio del denaro da parte di organizzazioni o personalità sospette. 

Tornando al processo di registrazione, verso la fine Tinaba chiederà al cliente di caricare la fotografia fronte e retro di un documento di identità (carta d’identità, patente o passaporto), della propria tessera sanitaria e di un autoscatto della persona che si sta registrando; dopodiché verrà richiesto di firmare i moduli del contratto di attivazione: e com’è possibile farlo? Non si può mica scrivere con la penna sul proprio cellulare! Niente paura: Tinaba ha escogitato un procedimento molto interessante, che consiste nell’invio tramite SMS (al numero di cellulare inserito durante il processo di registrazione) di un token, ossia di una breve password numerica che bisogna inserire nell’apposito campo quando verrà richiesto di firmare i vari documenti. 

A quel punto, non c’è più nulla da fare da parte del cliente: bisognerà solo aspettare all’incirca un paio di giorni lavorativi perché il team Tinaba verifichi la congruità e la validità di tutti i documenti inseriti durante la registrazione. 

Per quanto riguarda le tempistiche di attivazione del conto Tinaba, ci sentiamo di riportare che per noi, sfortunatamente, il processo ha richiesto qualche giorno lavorativo in più. Siamo stati infatti contattati via messaggio su WhatsApp che, poiché il team Tinaba stava ricevendo molte richieste, l’attivazione del nostro conto avrebbe subito dei ritardi. In ogni caso il servizio clienti ha la cura di avvisare in caso di ritardi ed è pronto a fornire assistenza in caso di qualsiasi dubbio.

Ricordiamo che l’intero processo di registrazione è gratuito, così come l’attivazione dell’account e la spedizione della carta di credito: tutto è a carico di Tinaba.

La nostra opinione sulla carta prepagata Tinaba con Banca Profilo

Nel complesso, la nostra esperienza con Tinaba è stata decisamente positiva per via di tutti gli aspetti che abbiamo elencato nel corso dell’articolo: trasparenza, velocità e semplicità ma, primo tra tutti, ci sentiamo di citare l’assoluta gratuità del servizio, che può tornare utile soprattutto ai più giovani, che magari non dispongono di uno stipendio fisso ma vogliono sfruttare la carta per conservarvi i loro piccoli risparmi. Molti degli utenti Tinaba sono infatti giovanissimi, perché il conto può essere aperto già a partire dai 12 anni di età: per i minori ciò che serve è l’approvazione da parte di un genitore o di un tutore, che dovrà creare anche lui un account in modo da poter approvare la richiesta di registrazione del ragazzo.

Oltretutto, confessiamo che nonostante abbiamo creato un account Tinaba esclusivamente per poterlo toccare con mano e per poter fare una recensione ragionata del servizio, siamo quasi tentati di tenerlo aperto: il fatto che possiamo cancellarlo con una semplice richiesta via e-mail ci fa sentire così a nostro agio che sarebbe quasi un peccato lasciare questo servizio!